Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per migliorare servizi ed esperienza degli utenti, continuando la navigazione si presta il consenso all’uso di questo strumento. X

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

  • 1. Devo pagare oneri doganali quando invio un pacchetto in paesi extra-UE?

    Sotto il profilo doganale, la normativa comunitaria in vigore non prevede per le operazioni di esportazione verso Paesi Terzi il pagamento di dazi e/o diritti doganali. Ovviamente nel Paese di destinazione, al momento dell´importazione, verranno applicate le norme ivi previste. Utilizzando il servizio Spedire.com, eventuali dazi e/o tasse da pagare nel Paese di destinazione sono impostati di default a carico del destinatario.

    Nel caso, per altro molto probabile, in cui ci siano dei dazi da pagare, il destinatario verrà contattato direttamente dalla dogana del Paese di destinazione. Il contatto sarà diretto dogana-destinatario escludendo Spedire.com che per competenze e responsabilità non può essere coinvolto nel processo.

    Spedire.com non fornisce assistenza e/o servizi legati alla compilazione, allo sblocco e alla gestione delle pratiche doganali. Per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a consultare la sezione F.A.Q. del sito AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI: agenzia dogane.

  • 2. Che documenti devo allegare quando invio un pacchetto in paesi extra-UE?

    La documentazione da allegare al proprio pacco, oltre alle lettera di vettura fornita da Spedire.com, è la seguente:

    - Commercial Invoice nel caso di spedizione da parte di un privato;
    - dichiarazione di libera esportazione nel caso di spedizione effettuata da azienda o da privato;
    - fattura commerciale nel caso di spedizione effettuata da parte di un azienda;

    Prenotando con Spedire.com una spedizione destinata ad un paese extra-UE, in automatico vengono inviate come allegato la Commercial Invoice neutra e la dichiarazione di libera esportazione neutra.

    La compilazione di tali documenti e la responsabilità di quanto dichiaratovi all'interno, sono a carico del mittente.

  • 3. Cos'è e come va compilata la dichiarazione doganale - Commercial Invoice?

    La Commercial Invoice, comunemente chiamata "dichiarazione doganale" è di per sé una fattura commerciale da compilare in assenza di fattura vera e propria.

    All'interno di questo documento vanno riportati gli indirizzi del mittente e del destinatario, i riferimenti tracking della propria spedizione, la lista con descrizione degli oggetti inseriti nel pacco, il motivo dell'esportazione, il valore delle merce spedita ed il costo sostenuto per il trasporto.

    NOTA BENE: se la dogana dovesse rilevare merci diverse da quelle dichiarate, potrebbe essere applicato un supplemento e in alcuni casi la spedizione potrebbe essere rifiutata o rispedita indietro con spese a carico del mittente.

  • 4. Come devo descrivere la merce nella fattura allegata (aziende) o nella Commercial Invoice (privati)?

    All'interno della fattura o della Commercial Invoice dev'essere riportato in maniera chiara l'esatto contenuto del pacco che stiamo spedendo. La descrizione del contenuto deve essere fatta per categorie e per prodotti; quindi se sto spedendo delle magliette dovrò riportare come categoria abbigliamento e come prodotto t-shirt, indicando tra l'altro se si tratta di merce nuova o usata.

    È necessario riportare sulla fattura o in Commercial Invoice ogni singolo articolo inserito nel pacco. Categoria e descrizione prodotto devono essere il più mirate possibile al fine di evitare dubbi e conseguenti ritardi nelle pratiche di sdoganamento. Le categorie, la descrizione della merce e quant'altro indicato sulla fattura o sulla Commercial Invoice, devono essere compilati in lingua inglese. Evitate di riportare in fattura o sulla Commercial Invoice delle categorie generiche come "regalo" o "campione". Questo genere di "furbizie" produce un'unica conseguenza: aumentare i tempi di sdoganamento. Alle dogane non interessa se stiamo facendo un regalo oppure inviando un campione da testare, a loro interessa conoscere il contenuto del pacco sul quale calcolare eventuali oneri e tasse di transito.

    Si ricorda che attraverso il nostro servizio non è possibile spedire effetti personali. Qualora il cliente voglia comunque procedere con le pratiche di spedizione è bene sapere che lo farà a suo rischio e pericolo. Gli effetti personali possono inoltre generare costi doganali più elevati.

    NOTA BENE: eventuali ritardi generati dalle dogane per le pratiche di sdoganamento non possono e non devono essere attribuiti a Spedire.com e conteggiati nell'ambito dei tempi di consegna stimati.

  • 5. Quale valore della merce devo dichiarare?

    Il valore inserito per ogni singolo prodotto deve essere il reale valore di mercato di quel determinato articolo ovvero il costo necessario che si dovrebbe sostenere per sostituirlo.

    A rigore di logica quindi non è possibile inserire valori nulli che non sarebbero comunque accettati dalle dogane.

    Tutte le merci inviate devono essere sempre provviste di ricevuta d'acquisto (fattura o scontrino fiscale RECENTI) che sarà necessaria in caso di reclamo. Per questo motivo ribadiamo che gli effetti personali non devono essere inviati e possono generare dazi doganali elevati.

  • 6. La mia spedizione è stata ritirata ieri ed oggi sono stato contattato dal vostro corriere partner per mancanza di documenti necessari all'esportazione in paesi extraUE, che devo fare?

    Contattateci immediatamente aprendo un ticket di assistenza utilizzando il label rosso di aiuto che trovate in basso a destra in tutte le pagine di www.spedire.com con oggetto "Problemi di sdoganamento".

  • 7. Controllando il tracking number della mia spedizione mi sono accordo che il pacco è fermo in dogana in attesa di alcuni documenti, che devo fare?

    Contattateci immediatamente aprendo un ticket di assistenza (utilizzando il label rosso che trovate in basso a destra in tutte le pagine di www.spedire.com) con oggetto "Problemi di sdoganamento".

    Al fine di velocizzare la procedura, ti invitiamo ad allegare al ticket tutta la documentazione indicata, nella visura del tracking number, dal corriere partner.